17 Dicembre 2017

[]
News
percorso: Home > News > Prima Squadra

LA FORTUNA E´ CIECA, MA LA SFIGA CI VEDE BENISSIMO

27-11-2017 13:46 - Prima Squadra

L´ultima trasferta novembrina del Molassana è tra le più proibitive della stagione, in casa del Luserna San Bernardo, formazione retrocessa dalla Serie A e fermamente determinata a tornarci subito.

Le padrone di casa partono con il piede premuto sull´acceleratore e già dopo tre minuti i guanti di Stevanin bloccano il primo pallone pericoloso di giornata.

La partita si sblocca al nono minuto; Moretti interviene su un cross rasoterra da sinistra con un colpo sotto: palla che scavalca il portiere ospite e si insacca sul palo opposto.

La partita della punta locale dura però poco: curiosamente, a metterla fuori causa non è un cartellino o un infortunio, ma un tenace orecchino che non vuol saperne di abbandonare il lobo dove alloggia e che l´arbitro giudica pericoloso per il prosieguo del match.

Entra Amandola e poco cambia nel gioco delle bianche che nei primi venti minuti sembrano irrestibili, con giocate di prima, cambi di fascia veloci e inserimenti perfetti. Stevanin mette più di una pezza e le punte locali incappano in alcuni errori di mira, le pantere corrono qualche rischio ma restano in partita e crescono con lo scorrere del tempo, guadagnando metri e convinzione nei propri mezzi e chiudendo la frazione in attacco.

Nella ripresa il predominio territoriale del Luserna si fa meno marcato, le pantere lottano su ogni pallone e chiudono gli spazi, non si limitano a difendere ma provano anche a fare breccia nella difesa di casa. Fernandez argina la temuta Mellano, Pozzo ha un piede fuori uso ma quello buono basta e avanza a garantirne la tenuta difensiva, Librandi è dappertutto e Zoppi mette fisicità e saggezza tattica in mezzo al campo.

Le padrone di casa creano un paio di buone occasioni ma le sbagliano, mettendosi nella condizioni di giocare in apprensione l´ultimo quarto d´ora nel quale il Mola prende in mano il centrocampo.

Nei minuti finali le pantere creano più di un grattacapo al Luserna: il portiere di casa prima blocca una conclusione da fuori di Abondi, successivamente esce in qualche modo al limite dell´area su Crivelli, infine un braccio largo di un difensore impatta sul pallone ma la distanza è ravvicinata e l´arbitro lascia correre.

La gara del Mola si chiude nel peggiore dei modi: all´ultimo assalto De Blasio tenta la rovesciata e in caduta si infortuna alla caviglia destra; da tutta la famiglia rossoazzurra va un caloroso abbraccio al capitano che purtroppo dovrà saltare diverse partite.

Arbitraggio ondivago, fiscale in alcune occasioni e permissivo in altre.

Il Luserna si è dimostrata sul campo la squadra più forte tra quelle affrontate dal Molassana nelle prime nove partite, l´inizio gara delle piemontesi è stato impressionante, da applausi.

Grande impresa delle pantere che non si sono mai disunite, hanno fatto quadrato nei momenti difficili del match e alla distanza hanno giocato alla pari con le quotate avversarie: nel finale la differenza in classifica tra le due squadre non si è vista.

Alle porte ci sono partite nelle quali occorre mettere in campo l´umiltà e la determinazione viste negli ultimi due match: è il momento di essere più forti della sfortuna e alla prestazione abbinare anche il risultato.

Formazione Molassana: Stevanin, De Angelis (46´ Abondi), Capua, Zoppi, Pozzo, Librandi, Crivelli, De Blasio (99´ Guardo), Fernandez, Ponzanelli, Vatteroni (76´ Tolomeo)
A disposizione: Peluffo, Pavone V., Poletto
Allenatori: Berlingheri - Librandi
Marcatrice: 9´ Moretti


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]